Ultime notizie

aquaragia riapertura“Tante ore di impegno e passione, siamo ripartiti da zero per la seconda volta e siamo molto felici di poter inaugurare la nuova sede del circolo Arci Aquaragia, grazie al contributo di tutta la collettività.” Elia Zanetti, presidente del circolo annuncia così la riapertura dopo il sisma del 2012: sabato 18 marzo dalle 18 alle 21 taglio del nastro e aperitivo nei locali, completamente rinnovati, dell’ex bocciofila di via Dorando Pietri a Mirandola. L’Aquaragia senza la “c” è da vent’anni il punto di riferimento per l’aggregazione giovanile sul territorio di Mirandola, dove musica, cinema, cultura, impegno sociale e associazionismo hanno sempre trovato casa. Il terremoto del 2012 purtroppo aveva danneggiato la struttura e dopo cinque anni – grazie al contributo delle istituzioni, delle associazioni e dei cittadini che hanno partecipato attivamente con raccolte di fondi e investendo il proprio tempo nel progetto – questo storico spazio torna a vivere. “Siamo orgogliosi della riapertura di questo importante spazio di aggregazione giovanile – spiega Anna Lisa Lamazzi, presidente Arci Modena –, che per anni è stato il punto di riferimento della bassa modenese e che torna in attività, ricco di nuove idee e progetti, grazie all’impegno di un gruppo di giovani che hanno investito tempo ed energie in questo sogno”.

cinemamme a3-page-001Mamme, nonne, papà e tate in sala con i neonati per guardare un film allattando e tenendo la carrozzina vicino. Per quattro mercoledì a partire dall'8 marzo al Cinema Raffaello di Modena.

Programma:

8 marzo "IL DIRITTO DI CONTARE" di Theodore Melfi con Octavia Spencer e Kevin Costner
A seguire: le volontarie di Sos Mama parleranno di allattamento e di svezzamento.

15 marzo "QUESTIONE DI KARMA" di Edoardo falcone con Elio Germano e Fabio de Luigi
A seguire: la Croce Rossa Italiana comitato di Modena parlerà di disostruzione pediatrica.

22 marzo "UN TIRCHIO QUASI PERFETTO" di Fred Cavayé con Dany Boon e Laurence Arné
A seguire: i pediatri dell'AUSL di Modena parleranno di vaccini.

29 marzo "COLAZIONE DA TIFFANY" di Blake Edwards con Audrey Hepburn e George Peppard (Ingresso gratuito)
A seguire: gli operatori della Croce Rossa Italiana comitato di Modena parleranno di SIDS e di primo soccorso pediatrico. 

Inizio film ore 15.30 - con la tessera Arci il biglietto costa solo 4 euro. 

Per informazioni segui Cinemamme Modena su Facebook. 

jsru1 volantinoTerza edizione di Je suis razza umana, il ciclo di incontro di approfondimento e riflessione nato nopo gli attentati del 2015 a Parigi. Quest'anno parleremo di terrorismo, islamofobia, religione, accoglienza, ruolo delle donne, informazione, Islam europeo e tanto altro. Oltre agli incontri, che si svolgeranno da febbrai a marzo, è prevista una proiezione al cinema Astra di Modena in collaborazione con la rassegna Astradoc - viaggio ai confini del reale, un laboratorio con quattro classi dell'Istituto superiore Cattaneo Deledda con la partecipazione del giornalista e scrittore Tahar Lamri e un evento conclusivo con la restitutuzione degli studenti a La Tenda di Modena. Je suis razza umana è un progetto di Arci Modena in collaborazione con la Casa delle Culture di Modena, GMI Modena e con il patrocinio del Comune di Modena.

Il calendario degli appuntamenti alla Casa delle Culture di Modena (via Wiligelmo 80) ore 21:

17/2 incontro con Annalisa Camilli (giornalsita di Internazionale) e Adel Jabbar (sociologo e saggista) sul ruolo della stampa, del web, l'odio sui social, post verità e pregiudizi

9/3 incontro con Samia Kouider (sociologa e consulente internazionale diritti umani), Karima Moual (giornalista) e Chaimaa Fatihi (scrittrice) sul ruolo delle donne nella lotta al terrorismo, le seconde generazioni, identità e tradizione

15/3 incontro con Stefano Allievi (Università di Padova) e Adnane Mokrani (Università Pontificia) su religione e Islam europeo

Cinema Astra di Modena (via Rismondo 21):

21/2 proiezione del documentario "A seafish from Africa" di Giulio Filippo Giunti alla presenza del regista in collaborazione con la rassegna Astardoc - Viaggio ai confini del reale

cartolina astra doc-page-001Storie di migrazione, disuguaglianze, diritti negati e amicizie inaspettate in un viaggio che racconta l’Italia attraverso l’obiettivo di cinque documentaristi. Al cinema Astra di Modena (via Rismondo 21) torna Astradoc – viaggio ai confini del reale: la rassegna di incontri, musica e cinema che prenderà il via mercoledì 15 febbraio e proseguirà per quattro martedì fino al 4 aprile con un cartellone che raccoglie i migliori documentari, principalmente italiani, passati nei festival più importanti e che difficilmente si troveranno nelle sale tradizionali. 

 


Programma:

Il 15 febbraio "IL REFETTORIO: MIRACOLO A MILANO"
di Peter Svatek. Interviene Massimo Bottura

Il 21 febbraio "A SEAFISH FROM AFRICA"
di Giulio Filippo Giunti

Il 7 marzo "LE ULTIME COSE"
di Irene Dionisio

Il 21 marzo "CASTRO"
di Paolo Civati

Il 4 aprile "UN ALTRO ME"
di Claudio Casazza 

La proiezione in sala sarà preceduta alle 19.30 da un aperitivo in collaborazione con Apa – associazione Porta Aperta, accompagnato da un dj set a cura di Laika e alla presenza del regista, che dialogherà prima e dopo la proiezione con il pubblico in sala.

Vuoi saperne di più? Leggi l'articolo o visita la pagina Facebook di Astradoc - Viaggio ai confini del reale.

cie1“Proporre la riapertura dei Cie significa non aver capito il fallimento di un’esperienza che ha portato solo a lunghe detenzioni senza favorire l’identificazione e che in molti casi è stata anche sinonimo di violazione dei diritti umani e della dignità delle persone”. Anna Lisa Lamazzi, presidente di Arci Modena, commenta così la notizia di una possibile riapertura dei centri di identificazione ed espulsione, proposta dal ministro dell’Interno Marco Minniti e che potrebbe coinvolgere anche Modena, dove il centro è stato chiuso nel 2014. “E’ sbagliato coltivare l’idea che l’immigrazione sia sinonimo di terrorismo”, prosegue la presidente di Arci Modena: “chiediamo al ministro di congelare ogni iniziativa volta ad aumentare il numero dei Cie e di aprire un confronto con le organizzazioni sociali, laiche e religiose, con i sindacati e le organizzazioni di categoria, riaprendo quel Tavolo Immigrazione Nazionale che da anni è stato bloccato, per mettere in campo iniziative concrete nel campo dell’immigrazione e dell’asilo, a partire dall’ esperienza dei soggetti del Terzo settore e delle organizzazioni sociali che quotidianamente, nei territori, si confrontano con le persone, con le loro storie e i loro diritti”.

Calendario

Filiera Corta

filieracorta

Qualità dei prodotti, prezzi contenuti e filo diretto tra consumatore e produttore. Leggi i listini e scopri come acquistare

LEGGI TUTTO

Servizio Civile

 

Per un'esperienza utile a te a gli altri, scegli il servizio civile con l’Arci.

Leggi Tutto

 

Sponsor

Le aziende che hanno scelto di collaborare con Arci per la buona riuscita dei nostri progetti

Leggi tutto

Il tuo 5xmille ad Arci Modena per i progetti dei circoli della tua provincia C.F. 94015660361

Arci Modena

P. Iva: 02236840365