Ultime notizie

realizziamo un video volantino-tagliato - ridimensionato

Da oltre 10 anni, Social Point si occupa di promuovere una cultura di inclusione delle persone con disagio psichico, favorendo una mentalità libera da pregiudizi, sensibilizzando, informando la cittadinanza sui vari aspetti della malattia mentale. Costituito da persone che ogni giorno vivono il mondo della salute mentale, come utenti, famigliari, cittadini, volontari o operatori, presenta un laboratorio dal titolo “Realizziamo un video” con l’idea di coinvolgere la cittadinanza nella costruzione di un corto su alcune delle realtà che attraversano il mondo della salute mentale a Modena e provincia. L'obiettivo è dar voce e documentare queste realtà con l'occhio sia di chi non conosce la salute mentale sia di chi l'attraversa come utente o come familiare.

 

Il laboratorio si rivolge alla cittadinanza ed ha come fine quello di presentare attraverso un video documentario le attività svolte dal Social Point. I partecipanti riceveranno nozioni di linguaggio e tecnica cinematografici e sulla realizzazione di un documentario. La prima fase comprenderà 4 incontri teorici al martedì dalle 17.30 nella sala “Tom Benetollo” di Arci Modena (Via IV novembre 40/L). Seguiranno 7 incontri operativi in cui i partecipanti contribuiranno alla realizzazione del video. Le date sono ancora da definire.

 

Il laboratorio prevede una quota di partecipazione e il tesseramento Arci, le iscrizioni sono aperte fino al 31 ottobre. Per informazioni e iscrizioni contattare il Social Point allo 059/212003 o scrivere a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

14 ottobre morgan - aquaragiaIl 14 ottobre con il concerto di Morgan ricomincia la programmazione 2017/2018 del circolo della bassa modenese tra musica, teatro, danza, proiezioni e molto altro

Aquaragia, senza la “c”, non è un nome nuovo per i modenesi e per gli abitanti della bassa emiliana. Per più di 20 anni, dal 1989, è stato un importante punto di riferimento e di aggregazione sul territorio. Nel 2012 il terremoto aveva reso inagibili gli spazi che ospitavano il circolo e da allora i soci e i volontari non hanno smesso di credere nel sogno che nel marzo 2017 e nei mesi successivi ha portato alla riapertura dell’Aquaragia nella nuova sede di Via Dorando Pietri 15. Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno della cittadinanza tutta con il sostegno degli enti locali, il Comune di Mirandola, la Fondazione Cassa di Risparmio, l’Arci e la Regione Emilia Romagna. Dopo i primi sforzi sono state costruite le basi per una stagione strutturata, a partire da sabato 14 ottobre con il concerto di Morgan (Bluvertigo) dalle 22.00 e subito dopo Max Po djset. Ingresso a 10 euro per la serata e 5 euro dopo il concerto riservato ai soci Arci. La serata è organizzata in collaborazione con Avis Giovani Mirandola.

La stagione concerti continuerà con gli IToons, anticipati dai bolognesi Eh?! il 28 ottobre per prepararsi ad Halloween. A novembre poi il “Grande Festival Millino” porterà a Mirandola quattro band composte da artisti che si sono esibiti a Rockin 1000. Ma l’Aquaragia non sarà solo musica, dopo il festival della birra artigianale “Aqua&Malto” dello scorso giugno, l’estate ha dato tempo e spazio agli organizzatori per pensare a proposte e iniziative per l’anno 2017/18 che incontrino tutti i gusti. A partire dalla serata, tutta da ridere, con i ragazzi di “Lercio”, il noto giornale satirico. Spazio anche al teatro, con serate e un corso, una volta a settimana, dedicati all’improstop e spettacoli proposti da storiche compagnie provenienti dai comuni della Bassa. Oltre al teatro anche danza, con diversi percorsi di balli latino americani organizzati insieme al circolo Arci Onda Latina. In collaborazione con l'associazione culturale Leggermente sarà possibile seguire i laboratori, in prossima uscita “il magico filo di carta” per creare eco-gioielli e quello di monotipo, in prossimità del natale, per poter personalizzare carte da regalo, segnalibri. Infine, collaborazione con il Circolo Pacchioni per la visione di corti e film documentario abbinati ad aperitivi e momenti conviviali. A breve usciranno altre informazioni sulle attività consultabili sul sito del circolo www.aquaragia.it o sulla pagina Facebook “Circolo Culturale Aquaragia”.

senti che storia firoano sassuolo"Dai margini alla storia. Cittadini responsabili" è un progetto didattico di Arci e Anpi Modena rivolto alle classi quinte delle scuole primarie. Il progetto si propone di trasmettere ai bambini consapevolezze storiche su temi specifici della storia italiana fra il 1943 e il 1948, ancora attuali nella realtà di oggi: dittatura, solidarietà, razzismo, scelta, profughi, violenza, bombardamenti. Attualmente raccoglie i percorsi di Fiorano e Sassuolo, con una mappatura dei luoghi di "ieri" che aiuti a far sentire più vicini fatti accaduti in un tempo ormai piuttosto lontano. Nella scala ridotta della comunità si trovano riprodotte le questioni che caratterizzano lo scenario nazionale, europeo e mondiale. 

Le modalità didattiche sono le seguenti:

Per Sassuolo prevede di coinvolgere i bambini con un percorso a piedi nel centro storico di Sassuolo, guidato dallo storico Daniel Degli Esposti. L’itinerario, dalla durata di due ore, tocca alcuni dei luoghi “testimoni” delle vicende di ieri e significativi per la vita della comunità oggi: Palazzo Ducale, le ex-scuole Cavedoni, piazza Garibaldi, lo stadio Ricci. Per ciascuna delle sette tappe è previsto un intervento narrativo, che propone una ricostruzione storica legata a una vicenda accaduta sul luogo e collegata a un tema specifico: dittatura, solidarietà, razzismo, scelta, profughi, violenza, bombardamenti. A ogni bambino verrà consegnata la mappa "Senti che storia!" del centro storico di Sassuolo con evidenziate le tappe del percorso.

Per Fiorano Modenese il progetto prevede due momenti. Il primo, in classe con un testimone della resistenza e lo storico Daniel Degli Esposti; il secondo, prevede il percorso a piedi, dalla durata di due ore, tocca alcuni dei luoghi “testimoni” delle vicende di ieri, quindi a loro modo fonti storiche, e significativi per la vita della comunità oggi: Santuario della Beata Vergine di Fiorano, piazza Ciro Menotti, le vecchie scuole elementari e alcune ville del paese. Per ciascuna delle sei tappe è previsto un intervento narrativo, che propone una ricostruzione storica legata a una vicenda accaduta sul luogo e riferita a un tema specifico: razzismo, educazione, scelta, vita quotidiana, bombardamenti e violenza. 

Dai margini alla storia. Cittadini responsabili è un progetto didattico di Arci e Anpi Modena, da tempo impegnate in attività volte a stimolare consapevolezze sui valori che orientano le scelte degli individui. Educare cittadini responsabili significa, tra le altre cose, inquadrare storicamente le prospettive e i problemi del presente, restituendone la complessità in maniera semplice e al tempo stesso non banale.

Per ulteriori informazioni leggi l'articolo dal blog di public history "Allacciati le storie", curato da Paola Gemelli e Daniel Degli Esposti.

erostranierovol-page-001Domenica 17 settembre una nuova iniziativa di presentazione della campagna Ero Straniero - l'umanità che fa bene, questa volta al Palaconad della festa Festa del PD a Ponte Alto.

Interverranno Adel Jabbar (sociologo e saggista), Alessandro Bosi (sociologo e saggista) e Sabika Shah Povia (giornalista) per raccontare l'Italia di oggi, un luogo in cui diverse culture si incontrano e influenzano vicendevolmente.

L'evento è organizzato dal comitato promotore modenese della campagna "Ero Straniero - L'umanità che fa bene", composto da: ACLI, ARCI, associazione Papa giovanni XXIII, Associazione Porta Aperta, Casa delle Culture, CNCA, T.A.M.-T.A.M. di Pace e hanno aderito anche CGIL, CISL, CSI Modena Volontariato e il Comune di Modena

copia di locandina erostraniero-page-001Continua la raccolta firme per la campagna "Ero Straniero - L'umanità che fa bene", proposta di legge di iniziativa popolare volta a superare la legge Bossi-Fini attraverso inclusione e lavoro. Ecco l'elenco delle date e dei luoghi in cui è possibile aderire alla raccolta firme: 

Martedì 29 agosto ore 21.00, "Sala Europa" della Festa del PD  in occasione della conferenza "Il Sahara occidentale non è marocchino"

Mercoledì 6 settembre - ore 20.00, "Palaconad" della Festa del PD in occasione della conferenza "Scenari europei di immigrazione e città del futuro"

Giovedì 7 settembre - ore 19.30, "Sala Europa" della Festa del PD in occasione della conferenza "E se il terzo settore diventasse il primo?" 

Venerdì 8 settembre - Festa Articolo 1-MDP di Spilamberto

Sabato 9 settembre 
- Festa della Cooperazione Internazionale in Piazza Matteotti (MO)
- Festa Articolo 1-MDP di Spilamberto

Domenica 10 settembre
-
ore 19.00, "Palaconad" della Festa del PD in occasione della conferenza "La riforma della cittadinanza"
- ore 20.00, Sagra della Parrocchia Regina Pacis
- Festa Articolo 1-MDP di Spilamberto

 

Domenica 17 settembre
- ore 20.00, "Palaconad" della Festa del PD in occasione della presentazione della campagna "Ero Straniero - l'umanità che fa bene" 
- ore 20.00, Sagra Parrocchia Regina Pacis

Sabato 23 settembre - SconfiniaMO al Teatro Tempio di Via Caduti in guerra


I promotori sul territorio modenese sono AcliArciAssociazione Comunità Papa Giovanni XXIIIAssociazione Porta Aperta, Casa delle CultureCasa per la PaceCNCAT.A.M.-T.A.M. di Pace e hanno aderito anche CGILCISLCSI Modena Volontariato, Unione provinciale PD Modena e il Comune di Modena

Calendario

Filiera Corta

filieracorta

Qualità dei prodotti, prezzi contenuti e filo diretto tra consumatore e produttore. Leggi i listini e scopri come acquistare

LEGGI TUTTO

Servizio Civile

 

Per un'esperienza utile a te a gli altri, scegli il servizio civile con l’Arci.

Leggi Tutto

 

Sponsor

Le aziende che hanno scelto di collaborare con Arci per la buona riuscita dei nostri progetti

Leggi tutto

Il tuo 5xmille ad Arci Modena per i progetti dei circoli della tua provincia C.F. 94015660361

Arci Modena

P. Iva: 02236840365