Ultime notizie

manifesto 1 marzo 2015 modena-page-001Esistono dei diritti che valgono per tutti gli esseri umani che non possono essere differenziati o negati sulla base di confini territoriali o di appartenenze etniche, culturali e religiose. La difesa e la tutela di questi diritti è una premessa fondamentale nella costruzione di una società capace di riconoscere la dignità e l'autodeterminazione delle persone e il valore del dialogo come elemento fondante dell'evoluzione culturale, civile ed economica. 

Programma del primo marzo:

dalle 15.30 concentramento in piazza Torre "Abbiamo tutti un permesso di soggiorno"

dalle 17.30 piazza Grande

ore 18 sala Europa - palazzo comunale 
tavola rotonda Diritti+conoscenza=pace
con:
Cecile Kyenge, Khalid Chaouki, Elisabetta Vandelli, Gian Andrea Ronchi
modera: Memi Campana

Un evento organizzato da Arci Modena e Cgil Modena con il patrocinio del Comune di Modena e del Comune di Castelnuovo Rangone

hmlIn occasione del Settantesimo anniversario della Liberazione di Modena, il Centro Musica in collaborazione con l'Istituto storico della Resistenza di Modena e Arci Modena presenta "Rock in Opposition - una canzone per Resistere nel 70° anniversario della Liberazione".

Rock in Opposition è un concorso rivolto a gruppi musicali under 35 di Modena e provincia. Per partecipare è necessario presentare una canzone sulla tematica della Resistenza legata al passato, presente e futuro, che parli di episodi o personaggi legati alla lotta partgiana e alla vita quotidiana della popolazione italiana durante la Seconda Guerra Mondiale; oppure che descriva cosa significa resistere ai soprusi, alle difficoltà e alle ingiustizie del mondo di oggi o che si proietti in avanti nel'ottica di una resistenza alle sfide del futuro, su quali valore centrare una convivenza civile e democratica. 

Saranno selezionate sei band che parteciperanno ad un Resident Live, una giornata di lavoro sulla canzone in concorso all'Off di Modena con due musicisti professionisti e ad un live contest alla Tenda. Alla fine della serata una giuria selezionerà i tre vincitori: primo premio 500 euro; secondo premio 250 euro e terzo premio 150 euro. 

Iscrivendosi al concorso Rock in Opposition si potrà essere selezionati per HISTORY MUSIC LAB e partecipare a un laboratorio per realizzare una produzione originale live. In aprile le band selezionate saliranno sul palco per i concerti del 70° della Resistenza (24-25-26 aprile 2015) organizzati tra Sassuolo, Modena e Castelfranco Emilia. 

SONO AMMESSI TUTTI I GENERI MUSICALI E L'ISCRIZIONE E' GRATUITA

TERMINE ISCRIZIONE: 27 febbraio 2015
Il materiale deve pervenire presso il Centro Musica (via Due canali Sud, 3 - 41122 Modena) entro e non oltre il 27 febrbaio 2015 (NON farà fede il timbro postale)

 

locandina rwanda-page-001Mercoledì 4 marzo, alle 20.30, presso la Sala Loggia di Formigine verrà presentato il libro "Il genocidio del Rwanda" di Vania Lucia Gaudio (ed. L'Asino d'oro).

L'evento, che vedrà la partecipazione dell'autrice che risponderà alle domande del pubblico, sarà introdotto da Maurizio Ferraroni, presidente Anpi Formigine.

L'incontro è organizzato da Anpi, Arci, Cgil, Polisportiva Formiginese, Libreria Agorà, Circolo Flora.

 

retro okA Modena arriva il Cinemamme, la rassegna pomeridiana di film in prima visione che permetterà alle mamme di andare in sala con i propri neonati, allattare o tenere vicina la carrozzina. L’idea nasce da un progetto di Arci Modena e Cinema Raffaello che insieme hanno lanciato due rassegne che partiranno il 25 febbraio, entrambe di mercoledì pomeriggio al cinema Raffaello (via Formigina 380 – Modena), il cui biglietto costerà solo 4 euro con tessera Arci. La prima è Cinemamme, la seconda invece è Pomeriggio al cinema, pensata per i pensionati o le persone che hanno tempo libero e preferiscono non uscire la sera. La proiezione in entrambe le sale inizierà alle 15.30 e a margine ci sarà un breve momento informativo organizzato in collaborazione con le associazioni del territorio: Croce Rossa Italiana, Sos Mama, Mamme per le mamme e Movimento consumatori, dove esperti e volontari faranno quattro chiacchiere sulla gestione dei figli, della salute e sui piccoli problemi della vita quotidiana.
Cinemamme è dedicata alle mamme, nonne e tate che possono andare al cinema con i propri neonati per guardare un film senza il timore di disturbare il pubblico. La sala sarà attrezzata per le carrozzine, si potrà allattare, le luci saranno soffuse e il volume del film più basso. Un progetto che nasce per rispondere all’esigenza di creare socialità e condivisione in un momento della vita, i primi mesi di maternità, dove spesso le donne si trovano sole ad affrontare problemi e preoccupazioni e hanno difficoltà a conciliare i nuovi ritmi con quelli della società che le circonda. Proprio per dare l’opportunità di incontrare e conoscere altre mamme e passare del tempo insieme sono stati organizzati dei momenti informativi a margine del film dove si discuterà di allattamento, svezzamento e primo soccorso pediatrico con i volontari delle associazioni. La rassegna si apre mercoledì 25 febbraio con la commedia Non sposate le mie figlie di Philippe de Chauveron (Francia 2014) e a seguire si parlerà di disostruzione pediatrica con la Croce Rossa Italiana sezione di Modena. Il 4 marzo sarà la volta di Meraviglioso Boccaccio, di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, Francia 2014) e dopo si parlerà di morti bianche in età pediatrica sempre con i volontari della Croce Rossa Italiana. Mercoledì 11 marzo sarà la volta del film diretto da Sergio Castellitto Nessuno si salva da solo (Italia 2015) e a margine quattro chiacchiere tra mamme con l’associazione SOS Mama. Il 18 marzo proiezione del film Suite francese di Saul Dibb (Gran Bretagna, Francia, Canada 2014) seguito dall’incontro con le volontarie di Sos Mama. Infine, il 25 marzo, sul grande schermo ci sarà Latin lover di Cristina Comencini (Italia 2014) e dopo si discuterà di alimentazione e auto svezzamento con le volontarie dell’associazione Mamme per le mamme.
Pomeriggio al cinema è invece una rassegna pensata per chi ha tempo libero, come i pensionati, e non vuole rinunciare al piacere del cinema ma preferisce non uscire la sera. Gli appassionati di cinema potranno così vedere un film in prima visione con gli amici durante la settimana e a un prezzo molto ridotto rispetto al normale biglietto. Alla fine della proiezione ci saranno esperti e volontari con cui scambiare quattro chiacchiere sul benessere e altre cose della quotidianità. La rassegna anche in questo caso prende il via mercoledì 25 febbraio con la commedia francese Non sposate le mie figlie, di Philippe de Chauveron (Francia 2014) e a seguire la presentazione del programma dell’Università popolare di educazione permanente di Arci Modena. Il 4 marzo la commedia drammatica che ha vinto il Leone d’Oro al festival di Venezia Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza, del regista Roy Andersson (Svezia 2014), che sarà seguito da un incontro sul numero dell’emergenza e il modo corretto di fare una chiamata al 118 spiegato dai volontari della Croce Rossa Italiana sezione di Modena. Mercoledì 11 marzo sarà la volta di Black or white, di Mike Binder (Usa 2014) e della presentazione degli appuntamenti di terza età in movimento di Arci Modena. Il 18 marzo proiezione del film drammatico Suite francese di Saul Dibb (Gran Bretagna, Francia, Canada 2014) e incontro con Marina Goles del Movimento consumatori che darà qualche consiglio utile per la gestione quotidiana delle bollette. Infine, mercoledì 25 marzo la rassegna si conclude con Latin lover di Cristina Comencini e un incontro su benessere e salute. 
lampedusaSono oltre 300 le persone morte nella notte tra domenica 8 e lunedì 9 febbraio al largo di Lampedusa. Questa nuova tragedia che apre il 2015 nel Mediterraneo non può essere attribuita soltanto al cinismo di chi ha costretto queste persone a imbarcarsi nonostante il freddo invernale e le condizioni avverse del mare. Questa ennesima strage poteva essere evitata se il governo italiano non avesse deciso di sospendere Mare Nostrum, sostituendo un’azione dedicata alla ricerca e al soccorso in mare con l’operazione Triton, le cui finalità sono tutt’altre e cioè il controllo e la sicurezza delle frontiere entro un raggio assai limitato. Proprio per questo Arci Modena, Cgil, Libera e Uil lanciano un appello a Federica Mogherini e al premier Matteo Renzi perché si adoperino per l’apertura di canali di ingresso umanitari e per la riattivazione dell’operazione Mare Nostrum.   
“Ricordando le parole pronunciate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel suo discorso di insediamento, su cosa debba intendersi per emergenza umanitaria, chiediamo all’Unione Europea – spiegano Anna Lisa Lamazzi, presidente Arci Modena e Tania Scacchetti, segretaria Cgil Modena - e facciamo appello in particolare alla vice Presidente della Commissione Federica Mogherini affinché promuova l’attivazione di canali d’ingresso regolari in grado di mettere in salvo i profughi, consentendo loro di rivolgersi agli Stati e non ai trafficanti. Chiediamo inoltre al Governo italiano di scegliere la protezione delle persone anziché quella delle frontiere riattivando quindi l’operazione Mare Nostrum in attesa che gli Stati dell'UE modifichino le loro politiche, consentendo l’accesso regolare e in sicurezza alle nostre frontiere a chi fugge da guerre e persecuzioni. Questa è anche l’unica via per contrastare efficacemente la criminalità e i trafficanti di essere umani”.   

Calendario

Filiera Corta

filieracorta

Qualità dei prodotti, prezzi contenuti e filo diretto tra consumatore e produttore. Leggi i listini e scopri come acquistare

LEGGI TUTTO

Servizio Civile

 

Per un'esperienza utile a te a gli altri, scegli il servizio civile con l’Arci.

Leggi Tutto

 

Sponsor

Le aziende che hanno scelto di collaborare con Arci per la buona riuscita dei nostri progetti

Leggi tutto

Il tuo 5xmille ad Arci Modena per i progetti dei circoli della tua provincia C.F. 94015660361

Arci Modena

P. Iva: 02236840365