Ultime notizie

AGGIORNAMENTO su nuovo decreto legislativo per coloro che svolgono attività con i minori

Le informazioni per i circoli a cura dell'Ufficio Consulenze di Arci Modena sulle nuove normative riguardanti il personale che svolge attività con minori.

Scarica il modulo per richiedere il certificato

Ecco una disamina di alcuni pronunciamenti interpretativi del Ministero di Giustizia, i quali affrontano i profili problematici sollevati nella nostra nota, e forniscono un orientamento per la fase di prima applicazione della normativa in commento.In particolare, i provvedimenti in questione segnalano sinteticamente che:

Si precisa che la nuova normativa riguarderà i rapporti di lavoro costituiti o rinnovati successivamente alla sua entrata in vigore, in ossequio al principio generale secondo cui la legge non dispone che per l’avvenire, alle interpretazioni fornite dal Ministero della Giustizia attraverso le circolari già comunicate, ed a quanto riportato anche dai principali organi di stampa.

Quindi, l’obbligo di richiedere il certificato penale riguarderà soltanto i nuovi assunti, ossia coloro che stipuleranno un contratto di lavoro subordinato o parasubordinato dopo il 7 aprile 2014, ipotesi cui riteniamo di poter assimilare quella del rinnovo del contratto effettuato dopo l’entrata in vigore della legge.

In particolare, i provvedimenti in questione segnalano sinteticamente che:
1) il certificato penale deve essere richiesto dal datore di lavoro, e tali possono considerarsi anche le associazioni e gli enti di volontariato (purchè organizzate in modo stabile e non “sporadico”), ma NON allorquando la prestazione sia svolta “da volontari” ed al di fuori di “un definito rapporto di lavoro”;

2) l’autocertificazione è considerata valida solo nelle more del rilascio del certificato, a condizione che il certificato in questione sia comunque stato tempestivamente richiesto entro il termine di entrata in vigore della legge.RIASSUMENDO …

CON RIFERIMENTO A QUALI PERSONE È NECESSARIO ACQUISIRLO? 

Con quanti hanno contatti diretti e continuativi con minori con esclusione dei:

-        volontari (compresi i ragazzi che prestano servizio civile)

-        percettori compensi sportivi.


CHI PRESENTA LA RICHIESTA E COME?

La presenta l’associazione/datore di lavoro. Se dovete assumere qualcuno, presentate l’istanza e contestualmente chiedete all’interessato una autocertificazione sull’insussistenza di questi precedenti, in questo modo non possono applicarvi alcuna sanzione.

 

DOVE SI PRESENTA?

A qualunque ufficio del casellario presso la Procura della Repubblica, indipendentemente dal luogo di nascita o di residenza dell’interessato o dalla sede legale dell’ente che rappresenta.

 

QUANTO COSTA?

Purtroppo ad oggi le associazioni non sono esonerate dal versamento dell’imposta di bollo per cui sono chiamate a versare 1 marca da bollo da 16 euro + 1 marca per diritti (da € 3,54 che diventano € 7,08 se il certificato è richiesto con urgenza).

 

COSA SUCCEDE SE NON PROVVEDO?

La sanzione è salata: da 10.000,00 a 15.000,00 euro. Se si paga entro 60 giorni dalla contestazione immediata o, se questa non vi è stata, dalla notificazione degli estremi della violazione, si applica lo sconto per cui la sanzione è di € 5.000. In ogni caso la sanzione si applica per ogni omissione – quindi si moltiplica per il numero di persone in relazione alle quali non è stato richiesto il certificato penale - ma ricorre il c.d. cumulo giuridico per cui al massimo si arriva a 15.000 euro.

Calendario

Filiera Corta

filieracorta

Qualità dei prodotti, prezzi contenuti e filo diretto tra consumatore e produttore. Leggi i listini e scopri come acquistare

LEGGI TUTTO

Servizio Civile

 

Per un'esperienza utile a te a gli altri, scegli il servizio civile con l’Arci.

Leggi Tutto

 

Sponsor

Le aziende che hanno scelto di collaborare con Arci per la buona riuscita dei nostri progetti

Leggi tutto

Il tuo 5xmille ad Arci Modena per i progetti dei circoli della tua provincia C.F. 94015660361

Arci Modena

P. Iva: 02236840365