immagine 1 - 3 ottobreIl 3 ottobre di due anni si consumava, al largo di Lampedusa, una delle più grandi stragi in mare di migranti: 386 persone persero la vita nel tentativo di raggiungere le nostre coste suscitando un moto di commozione e di indignazione, a parole anche tra i rappresentanti istituzionali italiani ed europei, che però non si è mai tradotta in azioni concrete e durature volte ad evitare il ripetersi di simili tragedie.

“Questa data ci ricorda che si deve tenere alta l’attenzione, sia delle istituzioni che dei cittadini, per trovare risposte precise e impedire che situazioni del genere continuino a succedere. Quella che vogliamo è un’Europa accogliente che abbatta i muri invece di costruirne”, spiega Anna Lisa Lamazzi, presidente Arci Modena: “I vertici europei di questi giorni si sono conclusi non con il varo di un programma di ricerca e salvataggio, l’apertura di vie d’accesso legali, misure capaci di garantire una dignitosa accoglienza, ma con una stretta sulle espulsioni, l’esternalizzazione delle frontiere, l’intercettazione e cattura delle barche usate per le traversate. Scelte che vanno tutte nella direzione di rendere sempre più difficile, se non impossibile, l’arrivo dei profughi, consegnandoli nelle mani dei trafficanti. Una vergogna senza fine”. 

Calendario

Filiera Corta

filieracorta

Qualità dei prodotti, prezzi contenuti e filo diretto tra consumatore e produttore. Leggi i listini e scopri come acquistare

LEGGI TUTTO

Servizio Civile

 

Per un'esperienza utile a te a gli altri, scegli il servizio civile con l’Arci.

Leggi Tutto

 

Sponsor

Le aziende che hanno scelto di collaborare con Arci per la buona riuscita dei nostri progetti

Leggi tutto

Il tuo 5xmille ad Arci Modena per i progetti dei circoli della tua provincia C.F. 94015660361

Arci Modena

P. Iva: 02236840365