kyenge cecile-2“Rinnoviamo la solidarietà di Arci Modena all’onorevole Cecile Kyenge, memori delle continue offese subite dagli esponenti della Lega e amareggiati quanto lei per una decisione che non le rende giustizia, dettata da interessi politici, alla vigilia del voto sulla riforma del Senato su cui pendevano centinaia di emendamenti presentati dal senatore Calderoli, che, dopo il salvataggio dell’Aula, li ha prontamente ritirati”.

Anna Lisa Lamazzi, presidente Arci Modena, commenta così la decisione presa dal Senato che con un voto a grande maggioranza ha negato l’autorizzazione a procedere contro Roberto Calderoli per istigazione all’odio razziale, derubricando il suo comportamento a diffamazione. L’episodio cui ci si riferisce risale al 2013, quando Calderoli, che già ricopriva l’incarico di vicepresidente del Senato, paragonò l’allora ministra all’integrazione Cecile Kyenge a un orango. Un comportamento razzista, indegno di un’alta carica dello Stato, tanto che l’Arci a suo tempo ne chiese le dimissioni.

“L’onorevole Kyenge pensa ora di rivolgersi alla Corte europea di giustizia. Una scelta che condividiamo, perché negare, come hanno fatto i senatori, l’evidente discriminazione razziale, non solo è inaccettabile ma rappresenta un precedente pericoloso in un paese in cui cresce l’aggressività delle formazioni politiche di matrice fascista che hanno fatto delle discriminazioni e dell’odio razziale una bandiera”.

Calendario

Filiera Corta

filieracorta

Qualità dei prodotti, prezzi contenuti e filo diretto tra consumatore e produttore. Leggi i listini e scopri come acquistare

LEGGI TUTTO

Servizio Civile

 

Per un'esperienza utile a te a gli altri, scegli il servizio civile con l’Arci.

Leggi Tutto

 

Sponsor

Le aziende che hanno scelto di collaborare con Arci per la buona riuscita dei nostri progetti

Leggi tutto

Il tuo 5xmille ad Arci Modena per i progetti dei circoli della tua provincia C.F. 94015660361

Arci Modena

P. Iva: 02236840365