Come aderire all'ARCI

  • La tessera   ( 0 articoli )

    La tessera  Arci è la chiave di accesso ai circoli e alle loro iniziative, e dà diritto anche ad una serie di sconti ed opportunità a livello nazionale. Richiederla è molto semplice, basta recarsi in uno di questi luoghi:

    - il Comitato Provinciale di Modena
    - gli Uffici di Zona
    - uno degli oltre 185 circoli e polivalenti presenti in tutta la provincia.

    Tutti gli sconti e le opportunità a livello locale, regionale e nazionale si possono consultare anche sul web: www.arcimodena.org e www.arci.it 

    Di seguito, le principali agevolazioni per aree di interesse, a cui ogni socio ha diritto presentando la tessera nella nostra provincia:

    AGRITURISMO

    Ass. B&B bassa Emilia Romagna
    Sconto del 10% per pernottamento e prima colazione in tutte le strutture aderenti all’associazione e alla convenzione. www.bbassaer.it.
    Tra i convenzionati: Casa della Maestà Bed &Breakfast, via Montegrappa 29, Nonantola.
    Cell. 335/5420138 – 331/7300824 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    AUTOMOBILE

    ModenGas di Pano Luciano e C. snc
    Autoriparazioni e impianti a metano/gpl, via delle Suore 330, Modena - tel. 059315708
    Sconto del 10% ai tesserati Arci, cumulabile solo con incentivi statali a comunali.

    CINEMA

    Riduzioni applicate sul prezzo del biglietto presentando alla cassa la tessera Arci a Modena: Sala Truffaut (ottobre-maggio), Supercinema Estivo (giugno -settembre); Carpi: Ariston; Medolla: Facchini d’Essai; Formigine: Sala Teatro Polisportiva Formiginese; Ravarino: Arcadia; San Martino Spino: Politeama; Sassuolo: Teatro Carani. 30% di sconto nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì.

    Le agevolazioni con tessera Arci e Bollino AGIS
    Riduzione del 30% sul prezzo del biglietto se si acquista, unitamente alla tessera, il bollino AGIS Vola al Cinema. Questo bollino è disponibile presso gli uffi ci di Arci di Modena e provincia. È necessario presentare alla cassa il bollino Agis dotato di fotografia congiuntamente alla tessera

    MODENA: Arena (lun-mar), Astra (mar-mer), Supercinema Estivo (lunven), Filmstudio 7B (variabile in base alla programmazione), Michelangelo (ven feriale), Raffaello (lun-mar), Sala Truffaut (lun-dom) e Victoria (lun-mar).

    CARPI: Corso (mer), Capitol (mar) Eden (ven), Ariston (dom), Space City Supercinema (mar-gio);

    CASTELFRANCO: Nuovo Multisala (mar feriale); Medolla: Facchini D’Essai (ven-dom); Maranello: Auditorium Ferrari (lun); Mirandola: Astoria (lun), Supercinema (mar); Pavullo: Cinema Teatro W. Mac Mazzieri (ven); Ravarino: Arcadia (ven-sab-dom-mar); Sassuolo: Carani (sconto 30% mar e gio), San Francesco (lun-ven); Savignano: Bristol (mar); Soliera: Nuovo Cinema Teatro Italia (lun).

    N.B. Le giornate di validità della riduzione possono essere modificate nel corso dell’anno dal gestore. di norma durante il periodo delle festività natalizie, nei festivi e prefestivi in genere la validità della tessera Agis viene sospesa.

    CORSI

    A Modena, dove sono ormai una tradizione consolidata, ma anche a Carpi, Sassuolo, Vignola, Mirandola e Castelfranco, l’associazione promuove il pacchetto ARCICORSI. Si tratta di un'offerta per il tempo libero e la formazione per tutte le età che si svolgono, prevalentemente, da ottobre a primavera. Vasta è la gamma dei titoli (lingue, benessere, danza e balli, informatica, enogastronomia, musica..) tutti accomunati da prezzi accessibili e professionalità degli insegnanti. Per conoscere i corsi proposti, per accedere ai quali è necessaria la tessera, visita il sito www. arcimodena.org oppure contatta il Comitato provinciale o l’Ufficio di zona a te più vicino

    FORMAZIONE

    REGGIO EMILIA
    Corsohelios organizza a Reggio Emilia (in collaborazione con Arci Modena), corsi di preparazione all’Esame di Stato della durata di un anno per conseguire, nella scuola pubblica di Modena, il Diploma di Dirigente di Comunità;.
    Iscrizione al corso con prezzo ridotto per i soci Arci. Info:
    Segreteria Corsohelios tel. 0522/396300 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
    Segreteria Arci Modena tel.059/2924703 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.arcimodena.org

    EVENTI

    Riduzioni sugli ingressi alle mostre del disco, del fumetto e del giocattolo in Emilia Romagna, organizzate da Coop Millennium.

    LIRICA

    VERONA
    Arena di Verona - Stagione lirica. Biglietti a prezzo ridotto sui biglietti di gradinata stagione estiva.
    Info: Biglietteria (via dietro Anfiteatro 6/b, 37121 Verona - tel. 045/8005151 - fax 045/8013287).
    Anche Comitato Arci Verona (www.arci.verona.it)
    Inoltre, con Arciturismo Verona si puo’ assistere ad una rappresentazione in Arena, visitare la città di Giulietta e  Romeo e la sua provincia degustando prodotti e vini tipici. Info: chiamate lo 045 8033589 (martedì e giovedì) o scrivete a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    MOSTRE E MUSEI

    CAMPOGALLIANO
    Museo della Bilancia (50% di sconto e 20% sconto su acquisti presso il boo¬kshop) - via Garibaldi, 34/a - tel. 059/527133. Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    NEGOZI

    MODENA
    Biodin Scelte Consapevoli: negozio di soli prodotti biologici, biodinamici e cosmesi naturale. Il primo negozio che ha fatto nascere al suo interno un gruppo di acquisto (frutta, verdura, generi vari) direttamente dai piccoli produttori con forti convenienze per i consumatori. Sconto 3% sui generi alimentari e 5% sui non alimentari (offerte escluse dagli sconti).
    Via Luosi 154 - tel. 059/245525 - fax 059/4398043 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

    Casalgrandi: sconti dal 10% al 30% su articoli musicali - viale Barozzi 36 - tel. 059/217702.

    Centro TIM A.M. Dimitri Pighetti: sconto del 10% su accessori per telefono - via F.lli Rosselli 213 - tel. 059/303203

    Libreria Nuova Tarantola: sconto 10% presentando tessera Arci o Passpartout sui libri ad esclusione testi scolastici. Via dei Tintori 22 - tel. 059/224292.

    Marco e Luisa Vaccari Profumerie: sconto 20% in tutte le profumerie di Modena e provincia

    Ottica Style: sconto 20% su occhiali da sole e vista - via J.Barozzi 114 - tel. e fax 059/4279089

    Vestium s.a.s di Musto Alessandro: sconto 10% su abbigliamento e accessori uomo - Centro Commerciale La Rotonda - strada Morane 500/3

    BOMPORTO

    Non Solo Danza: sconto 10% su abbigliamento e accessori - via Aldo Moro 126 - tel. 059/909850

    FORMIGINE

    Peeker Shop: sconto 10% (solo su materiale discografico) - via Giardini Sud 109 - tel. 059/556797

    MARANELLO

    Fumetteria: sconto 10% sull’acquisto di fumetti, disegni originali e buste per fumetti - via Vignola 153, Pozza di Maranello - tel.0536/946626 -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

    MIRANDOLA

    Centro Abbronzatura Estetica Mc Sun: sconto 30% sul prezzo del listino - via Mazzone 3 - tel. 0535/27075

    Loretta pasta fresca e gastronomia: sconto 10% su pasta fresca di produzione artigianale tirata a mano, tagliatelle, maccheroni al pettine, tortellini, tortelli di zucca, tortelli al radicchio, lasagne, cannelloni - via Ca’ Vecchia 3, Tre gobbi di Mirandola - tel. 0535 31394

    PISCINE

    Modena e provincia
    Chiedi alla piscina che frequenti eventuali sconti per i soci Arci

    RISTORANTI

    MODENA

    Osteria Stallo del Pomodoro: sconto 10% - Largo Hannover 63 - tel. 059/214664

    La Baracchina - viale Amendola 411 - tel. 059/354327 - Sconto 10% sulle consumazioni

    Mediterranea - Pizza al taglio e stuzzicherie - Centro Commerciale La Rotonda - strada Morane 500/28 - tel. 059/440351 - sconto 10% (non cumulabile con altre promozioni o buoni pasto)

    Ristorante Pizzeria Mirage - via Giardini 454 - Direzionale 70 - 1° piano - tel. 059/354002 - 059/352557. Riduzione del 10% per ristorante e pizzeria. Chiuso il lunedì.

    Osteria La Piola: sconto 15% - strada Cave di Ramo 248 -  tel. 059848052

    SERVIZI ALLA PERSONA

    MODENA

    EmiliaPrestiti. Per tutti i finanziamenti ai soci ARCI di Modena un buono carburante gratis pari a 50 Euro. Via Carlo Zucchi 41/A  - tel. 059/829249  - fax 059/331778 - N. VERDE 800.090.700 - Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  - www.emiliaprestiti.it.

    Poliambulatorio Privato Elios. Centro odontoiatrico. Sconto 10% ai tesserati Arci sui trattamenti e  visite.
    Viale Amendola 616 - tel. 059442204; via Mameli 5, Piumazzo (MO) - tel.059934359

    Poliambulatorio Privato Gulliver srl: servizi sanitari ambulatoriali a condizioni concordate ed agevolate per i soci Arci e i per i familiari. Via Emilio Po 110 - tel. 059/820104 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    Poliambulatorio privato Physios: visite mediche specialistiche, M.O.C., ecografie, fisioterapia e riabilitazione -anche in vasca con acqua calda - e tanto altro a prezzi scontati a chi presenta la tessera ARCI.  Per saperne di più chiama il numero  059 672544 o scrivi a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    Ambulatorio privato odontoiatrico Sant’Agostino s.r.l.: sconto 10% per i soci Arci su trattamenti e visite, preventivo gratuito - c/o Centro Commerciale La Rotonda, via Casalegno 31 -  tel. 059/303772

    HALTEA SERVIZI
    Cura e mantiene costantemente in ordine lapidi e cappelle di famiglia con la posa dei fiori nel rispetto della sensibilità dei clienti. A richiesta il servizio viene effettuato con frequenza settimanale, quindicinale e mensile. I servizi vengono svolti presso tutti i cimiteri di Modena e provincia. A garanzia del lavoro svolto, HALTEA mette a disposizione del cliente strumenti che gli permettono di avere un riscontro certo della regolare esecuzione del servizio.
    HALTEA offre ai soci Arci uno sconto del 15% sui servizi.
    Carpi: via Meloni di Quartirolo - tel. 059 644944 - fax 059 645212
    Modena: Largo A. Moro 1 - tel. 059 230681
    Cavezzo: via A. Dante 9 - tel. 0535 46624
    www.haltea.net - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    SMA Società Mutua Assistenza - via Ciro Menotti 25 -  tel. 059/216213 - fax 059/236176 www.smamodena.it - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
    La SMA società di mutuo soccorso offre ai tesserati Arci di Modena ed ai figli minori la CardSalute 2011 al costo di euro 13,50 che consente di ottenere:
    a) tariffe agevolate in 90 strutture convenzionate decentrate su tutto il territorio provinciale per visite specialistiche, analisi di laboratorio, accertamenti diagnostici, terapie fi sioterapiche, cure termali, assistenza infermieristica, acquisto di articoli ortopedici e occhiali da vista.
    b) sconto del 10% sul costo dei contributi associativi per la sottoscrizione di ‘Protezioni di Assistenza Sanitaria Integrativa’ della S.M.A., sia individuali che familiari che prevedono il rimborso dei ticket, rimborso parziale delle visite specialistiche, degli occhiali da vista, delle cure termali e sussidi in caso di ricovero ospedaliero.
    c) sconto del 10% sui contributi associativi per la sottoscrizione della ‘Protezione Tutelatipici’ della SMA espressamente studiata per tutelare i lavoratori atipici in caso di malattia, infortuni e maternità.

    Unipol Assicurazioni: il socio può contare su sconti pari al 20% sulle garanzie incendio e furto dell’autovettura, sulla garanzia ritiro della patente, sulle coperture infortuni, malattia, e anche sulla polizza dell’abitazione. Particolare attenzione viene dedicata ai prodotti per la gestione del risparmio (Strategia Valore e linea Univest) e per la previdenza integrativa. Unipol Assicurazioni, prima in Italia, ha realizzato Unibox la prima polizza auto che comprende a costo zero il più avanzato sistema satellitare per la sicurezza e la trasparenza in caso di sinistro. Con Unibox il socio risparmia il 20% sull’Rc auto e il 50% su incendio e furto. Il socio non deve sostenere spese nè per l’acquisto del dispositivo, nè per l’installazione. Solo un canone annuo (8%+IVA) per la gestione dei dati. Se il socio attiva le garanzie specifiche, sarà Unibox a localizzare l’auto in caso di furto e allertare la centrale operativa per i soccorsi in caso di incidente. Agli utenti di età inferiore ai trent’anni è dedicato YOUNG UNIBOX, la prima polizza Rc Auto SENZA MAGGIORAZIONE PER I GIOVANI. Gli sconti Unibox si sommano a quelli delle convenzioni.
    Per maggiori informazioni è attivo il Servizio Clienti di Unipol-Assicoop Modena (Agente Generale per Modena e provincia) che risponde al numero verde 800-992220.

    TEATRO

    ASSOCIAZIONE CULTURALE RINO VIANI
    Presentando la tessera Arci al momento della prenotazione o direttamente in biglietteria i soci Arci potranno richiedere una riduzione del 20% sul prezzo del biglietto intero di tutti gli spettacoli musicali e teatrali organizzati dall’associazione culturale Rino Viani. Controllate il calendario degli spettacoli sul sito  www.rinoviani.org

    MODENA
    Presentando la tessera Arci al momento dell’acquisto in biglietteria si ha diritto al 10% di sconto su tutti i tipi di biglietti per gli spettacoli in programmazione al Teatro Comunale di Modena, al Teatro Storchi e al Teatro delle Passioni. Inoltre, se sei socio Arci e ti piace andare a teatro, fallo in compagnia e godrai di sconti speciali: Emilia Romagna Teatro Fondazione riserva condizioni agevolate per gruppi, circoli e polivalenti (per gli spettacoli al Teatro Storchi e al Teatro delle Passioni).
    - Servizi Gratuiti • prenotazioni collettive via telefono o fax; invio gratuito a domicilio degliabbonamenti; pagamento postale con un unico versamento.
    Ufficio Promozione e rapporti con il pubblico di Emilia Romagna Teatro Fondazione - tel. 059/2136041, 059/2136011 - fax 059/234979 -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
    Teatro Comunale di Modena - Fondazione Teatro Comunale, via del Teatro 8. Biglietti di ogni tipo con sconto del 10% presentando la tessera Arci. Informazioni e prenotazioni telefoniche: 059/200010.

    SCONTI SPECIALI RISERVATI AI SOCI ARCI ANCHE PER...
    Presentando la tessera Arci al momento della prenotazione o direttamente in biglietteria i soci Arci possono richiedere una riduzione sul prezzo del biglietto intero di tutti gli spettacoli presso: Pavullo - Teatro Walter Mac Mazzieri per biglietto ridotto; Rubiera - Teatro Herberia.

    TURISMO

    My One Hotels - via delle Magliaie 2, Carpi - tel. 059/645915 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.myonehotel.it
    Offerte speciali per soci e circoli Arci.

    N.B.: Tutto quanto indicato può essere suscettibile di modifica

  • L’affiliazione   ( 0 articoli )
  • Lo statuto   ( 0 articoli )

    PREMESSA  

    L’ASSOCIAZIONE ARCI MODENA – COMITATO PROVINCIALE, Associazione di Promozione Sociale,  fonda le sue radici nella storia del mutualismo e del solidarismo italiano e rappresenta la continuità storica e politica di  Arci fondata a Firenze il 26 maggio 1957.   Si riconosce nei valori democratici nati dalla lotta di liberazione contro il nazifascismo, valori che trovano piena affermazione nella Costituzione repubblicana. L’ L’ASSOCIAZIONE ARCI MODENA – COMITATO PROVINCIALE si richiama, inoltre, alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo ed alla Convenzione dei Diritti del Fanciullo dell’ONU ed opera in contesti locali, nazionali e internazionali per l'affermazione degli stessi; partecipa alla costruzione dell'Europa delle cittadine e dei cittadini.  

    DEFINIZIONE E FINALITÀ

    Art. 1  
    L’ASSOCIAZIONE ARCI MODENA – COMITATO PROVINCIALE, di seguito denominata Associazione, ha sede in Modena.   Essa,  quale Comitato Provinciale, aderisce ad Arci Nazionale ed, in quanto tale, ne riconosce a pieno i mandati statutari, recependo nel proprio Statuto i Titoli I-II-III(dall’Art.8 all’Art.13)-IV,V dello Statuto Nazionale, come previsto da quest'ultimo all'art. 13.

    Essa è un'associazione di promozione sociale ai sensi della L.383 del 7 dicembre 2000 e della Legge Regionale Emilia Romagna n.34 del 09 dicembre 2002, autonoma e pluralista, soggetto attivo e integrante del sistema di terzo settore italiano e internazionale, che si configura come rete integrata di persone, valori e luoghi di cittadinanza attiva che promuove cultura, socialità e solidarietà.

    Essa sostiene e tutela l'autorganizzazione dei cittadini in quanto pratica fondamentale di democrazia e concreta risposta ai bisogni delle comunità; sostiene l'idea di uno stato sociale che sappia valorizzare la partecipazione dei cittadini, il principio di sussidiarietà inteso come condivisione delle responsabilità, il ruolo dell'associazionismo di promozione sociale e del terzo settore.   L’Associazione, in quanto forma di autorganizzazione dei cittadini, esprime in pieno la propria autonoma soggettività politica interloquendo direttamente, in forza del suo agire sociale, con tutti gli altri soggetti della società.   Essa non persegue scopi di lucro né in modo diretto né indiretto.  

    Art. 2  
    L’Associazione  è impegnata perché ovunque la libertà di associazione, la prima libertà costitutiva di un processo democratico, sia salvaguardata e garantita.   La tutela, la salvaguardia, la valorizzazione del proprio patrimonio associativo sono l'elemento fondante.In questo senso, l'Associazione è impegnata per la più ampia affermazione dei valori associativi, per la tutela su tutto il territorio delle proprie associazioni affiliate, per lo sviluppo di nuovo associazionismo.Essa riconosce pari dignità ed autonomia economica, organizzativa e statutaria alle organizzazioni aderenti regolarmente costituite su scala regionale, territoriale e locale in pieno spirito federale.  

    Art. 3  
    Sono campi prioritari di iniziativa dell'Associazione:  
    a) la crescita del benessere delle persone attraverso attività di promozione culturale diffusa, operando tramite tutte le forme artistiche ed espressive, promuovendo luoghi e spazi per la creazione e la fruizione culturale;   b) la promozione del volontariato inteso come partecipazione democratica alle azioni di solidarietà e di cittadinanza;  
    c) l'educazione alla responsabilità civile ed alla cittadinanza attiva;  
    d) la promozione e la pratica delle forme di servizio civile previste dalla legislazione nazionale e da quelle regionali, e l'azione politica per la riduzione delle spese militari;  
    e) la valorizzazione e lo sviluppo delle aggregazioni e dei linguaggi giovanili, come forma specifica di associazionismo giovanile;  
    f) la tutela dei diritti dei minori che, fondata sul pieno riconoscimento della loro cittadinanza, deve costituire l'elemento principale per dare sostegno alla loro soggettività positiva, riconoscendo gli opportuni spazi di vita e adeguati strumenti di partecipazione;  
    g) l'attenzione verso le problematiche che riguardano gli anziani e il rapporto tra le generazioni;  
    h) l'ampliamento dei luoghi e delle occasioni ludiche, sportive, ricreative e di socialità;  
    i) la cultura della convivenza civile, delle pari opportunità dei diritti, delle differenze culturali, etniche, religiose e di genere, della tutela delle minoranze linguistiche nonché delle libertà di orientamento sessuale e di una libera cultura antiproibizionista, favorendo la progettazione di percorsi individuali di crescita nel pieno rispetto del diritto di ogni singolo individuo alla propria autodeterminazione. l'Associazione individua nella filosofia della riduzione del danno il metodo di intervento più adatto ad affrontare situazioni di disagio ed emarginazione;  
    j) lo sviluppo di forme di prevenzione e di lotta all'esclusione, al razzismo, alla xenofobia, all'intolleranza, al disagio, all'emarginazione, alla solitudine;  
    k) la promozione di una società aperta e multiculturale, che individui nell'immigrazione e nell'intercultura una risorsa per la comunità;  
    l) l'impegno per l'affermazione di una cultura non violenta e pacifista e della ricerca della soluzione non violenta dei conflitti;  
    m) l'affermazione della cultura della legalità e la lotta alle mafie, a tutte le criminalità organizzate e agli abusi di potere; l'impegno per un movimento di cittadinanza mondiale per l'affermazione della giustizia sociale fra i nord e i sud del mondo e l'affermazione dei diritti umani in ogni luogo;  
    n) la difesa e l'innovazione dello stato sociale in una prospettiva di crescita del ruolo dell'economia sociale e dei soggetti no- profit;  
    o) la promozione di politiche di difesa e di sostegno delle persone diversamente abili;  
    p) la realizzazione di una società eco-compatibile che faccia della difesa e della salvaguardia dell'ambiente un architrave del proprio modello di sviluppo;
    q) l'impegno per la difesa della dignità degli animali, contro ogni forma di violenza esercitata nei loro confronti, dal fenomeno dell'abbandono alle pratiche della vivisezione e dei combattimenti, e per l'attuazione di attività di ricovero e iniziative per l'affidamento e l'adozione;  
    r) la promozione della finanza etica, dell'educazione al consumo critico, della tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti;  
    s) la promozione del turismo sociale come forma di approfondimento e arricchimento della conoscenza tra le persone ed i territori in cui vivono, a cominciare dall'attivazione di gemellaggi,  scambi internazionali e di turismo consapevole.
    In generale tutti i campi in cui si manifestino esperienze culturali, ricreative e formative e tutti quelli in cui ci si possa impegnare contro ogni forma di ignoranza, di intolleranza, di violenza, di censura, di ingiustizia, di discriminazione, di razzismo, di emarginazione, di solitudine ed esclusione sociale, sono settori di intervento della Associazione.  

    Sono inoltre attività di rilievo dell'Associazione:  

    1) l'individuazione di luoghi e spazi associativi che possano favorire l'autorganizzazione dei cittadini sviluppando politiche di stimolo verso gli enti e le istituzioni;  

    2) la salvaguardia, la valorizzazione ed il recupero del patrimonio artistico, architettonico, culturale, ambientale, paesaggistico e dei beni culturali;  

    3) la promozione di servizi rivolti alla comunità e alle persone, che rappresentino nuove opportunità di inserimento sociale, di affermazione di diritti, di risposta ai bisogni che si esprimono nel territorio;  

    4) gli ambiti di lavoro e progettazione partecipata previsti dalla legislazione in materia di programmazione territoriale delle politiche sociali;  

    5) la comunicazione, l'informazione, l'editoria, l'emittenza radiotelevisiva, le attività radioamatoriali, le nuove tecnologie e la comunicazione telematica;  

    6) le attività educative e formative anche a carattere professionale;  

    7) le attività di informazione e aggiornamento anche professionale rivolte al mondo della scuola, ai docenti e agli studenti di ogni ordine e grado;  

    8) le attività di promozione ed espressione culturale, di spettacolo, d'animazione, d'informazione e di crescita civile, organizzate in proprio ma anche all'interno delle strutture educative e scolastiche, in collaborazione con associazioni ed altri enti;  

    9) le attività di cooperazione, cooperazione decentrata, solidarietà internazionale e di educazione allo sviluppo;  

    10) l'organizzazione di viaggi e soggiorni turistici, nonché la gestione diretta di servizi e/o strutture ricettive quali ostelli, camping e case per ferie, il tutto riservato ai propri soci ai sensi della vigente Legge quadro nazionale sul turismo;  

    11) la promozione dell'apprendimento e dell'utilizzo di tutte le tecnologie multimediali legate ai sistemi innovativi di ricerca, informazione e comunicazione come pratica corrente all'interno del proprio sistema associativo.  

    FORMA ASSOCIATIVA  

    Art. 4  
    Tutti coloro che si riconoscono nel presente statuto possono iscriversi all'Associazione indipendentemente da convinzioni politiche e religiose, sesso e identità sessuale, cittadinanza, appartenenza etnica, età e professione.  

    Art.5  
    Possono aderire ad Arci,  associazioni e cittadini che si riconoscono ed  accettano le regole dello Statuto nelle sue varie articolazioni; sono condizioni per l'adesione l'acquisizione del certificato di adesione e l'adozione della tessera nazionale dell'Associazione quale propria tessera sociale.   Lo status di Socio, una volta acquisito, ha carattere permanente e può venir meno solo nei casi previsti dal successivo art. 11. Non sono pertanto ammesse iscrizioni che violino tale principio, introducendo criteri di ammissione strumentalmente limitativi di diritti o a termine.  L'adesione di una associazione aderente è deliberata dall'assemblea dei soci dell’associazione medesima; l'accettazione è deliberata dall'organismo dirigente del    ComitatoTerritoriale.  

    Art.6  
    Sono parti costitutive di ASSOCIAZIONE  ARCI MODENA – COMITATO PROVINCIALE:  
    -i Circoli e le associazioni a carattere locale;  
    -i soci individuali.  

     Art.7
    I Circoli e le associazioni aderenti sono i principali soggetti dell'iniziativa associativa e politica dell’Associazione. La loro adesione é subordinata all'esistenza nel proprio statuto di quelle norme o principi inderogabili che sono il fondamento sia etico che giuridico dell’Associazione, quali:  l'assenza di fini di lucro, i principi di democrazia, partecipazione e collegialità,  la trasparenza amministrativa,  la titolarità di diritti sostanziali per tutti gli associati.  Le associazioni aderenti sono anche il principale luogo della complessità di iniziativa ed espressione dell'Associazione.  I soci collettivi, con l'adesione ad ASSOCIAZIONE  ARCI MODENA – COMITATO PROVINCIALE, mantengono la propria autonomia giuridica e patrimoniale e rispondono esclusivamente delle obbligazioni da essi direttamente contratte.  

    Art.8  
    Ai soci individuali vengono garantiti in ogni caso, con forme e procedure adeguate, quei diritti di accesso e di partecipazione comuni a tutti gli associati in accordo con i princìpi istituzionali dell'Associazione e in armonia con la legislazione vigente.  

    Art. 9  
    Gli associati hanno diritto a:  
    - partecipare alle attività promosse dall'Associazione e a concorrere all'elaborazione del programma associativo;  
    - partecipare all'approvazione sia delle modifiche delle norme dello Statuto che dei bilanci preventivi e consuntivi dell'Associazione, nelle forme della democrazia diretta ovvero di mandato;  
    - eleggere, nelle forme della democrazia diretta ovvero di mandato, gli organismi di direzione, di garanzia e di controllo ed essere eletti negli stessi.  
    Sono tenuti a:  
    - osservare lo statuto, i regolamenti e le delibere legittimamente assunte dagli organi associativi;  
    - al pagamento della quota associativa. La quota associativa rappresenta unicamente un versamento periodico vincolante a sostegno economico dell'associazione, non costituisce pertanto in alcun modo titolo di proprietà o di partecipazione a proventi, non è in nessun caso rimborsabile o trasmissibile, né rivalutabile;  
    - rimettere la risoluzione di eventuali controversie interne all'operato degli organismi di garanzia dell'Associazione.  

    Art. 10  
    Salvo il diritto di recesso, la decadenza dei soci individuali e collettivi avviene:  

    - per il mancato rinnovo dell'adesione annuale o del pagamento della quota associativa;  
    - per rifiuto motivato del rinnovo della tessera sociale o dell’adesione annuale da parte degli organismi dirigenti preposti oppure per dichiarazione di espulsione divenuta definitiva qualora il socio:  
    1. non ottemperi alle disposizioni del presente Statuto, degli eventuali regolamenti e delle deliberazioni adottate dagli organi dell'Associazione;  
    2. che svolga o tenti di svolgere attività contrarie agli interessi dell'Associazione;  
    3. che, in qualunque modo, arrechi danni gravi, anche morali, all' Associazione.  

     IL SISTEMA ISTITUZIONALE

    Art. 11
    Il Comitato Provinciale è il principale soggetto dell'iniziativa politica ed organizzativa dell'Arci sul territorio; è istanza elettiva di direzione sul territorio ed esprime l'insieme delle basi associative dei soci operanti nel territorio modenese, attraverso la realizzazione di proprie iniziative.

    L’Associazione ARCI Modena, Comitato Provinciale, costituisce il principale livello del coordinamento e della sintesi politica ed organizzativa dell’Arci nel territorio provinciale; promuove la costituzione di nuove basi associative ed opera per la salvaguardia e il potenziamento di quelle già esistenti; in concorso con queste o direttamente può svolgere ogni iniziativa utile al perseguimento delle proprie finalità sociali; stabilisce rapporti di collaborazione con altre esperienze associative, politiche, culturali, istituzionali, economiche, pubbliche e private.  
    Fornisce supporti e servizi culturali e tecnici ai soci individuali e alle basi associative; elabora progetti ed avanza proposte agli Enti Locali ed alle Istituzioni pubbliche e private; può favorire la costituzione di strutture imprenditoriali che non siano in contrasto con gli scopi dell'Associazione stessa; può ricevere la delega da parte di ARCI Nazionale su questioni specifiche.  
    Rappresenta ARCI Nazionale nei confronti di Enti Locali, Istituzioni, organizzazioni sociali e politiche nel proprio ambito territoriale.  
    In virtù delle funzioni di articolazione nazionale, assume le relative responsabilità di controllo e di indirizzo verso i soci individuali e collettivi; in particolare, per quanto riguarda le associazioni aderenti, il comitato territoriale controlla il rispetto dei principi statutari e la corretta gestione e conduzione della vita associativa.   In caso di gravi violazioni dei principi statutari e/o delle normative vigenti, o di comportamenti comunque lesivi dell'integrità dell'associazione da parte di una associazione aderente, il Comitato Provinciale può, a seguito di tentativi infruttuosi di ripristinare la legittimità, richiedere al Presidente di detta associazione la convocazione di una assemblea straordinaria.
    A fronte di un persistente rifiuto e al permanere delle condizioni suddette, il Presidente del Comitato Provinciale può procedere direttamente alla convocazione dell'assemblea, dandone informazione al Collegio dei Garanti e al livello organizzativo sovraordinato.

    Art. 12  
    Sono organismi di direzione del Comitato Provinciale di Modena:  

    - il Congresso Provinciale
    - il Consiglio Direttivo  
    - il Presidente  
    - la Presidenza.  

    Art. 13  Il Congresso Provinciale 
    Può essere ordinario e straordinario;  è convocato con avviso scritto recapitato presso la sede legale o domicilio della base associativa e/o esposto presso la sede del Comitato Provinciale  per almeno 20 giorni prima della data fissata.  

    Gli avvisi dovranno specificare il giorno, il luogo, l'ora della seduta e l'ordine del giorno.  
    Il Congresso ordinario viene convocato, a cura del Consiglio Direttivo di norma ogni quattro anni; è preparato dalle assemblee nei circoli e nelle associazioni aderenti e fra i soci individuali, che eleggono i propri delegati secondo le norme stabilite dal Consiglio Direttivo.  
    Esso ha il compito di:  
    - discutere ed approvare il programma generale dell' associazione a livello territoriale;  
    - discutere, modificare ed approvare il presente Statuto;  
    - discutere e proporre modifiche agli Statuti regionali e nazionali;
    - eleggere il Consiglio Direttivo  e, se richiesto, i delegati ai Congressi regionali e nazionali;  
    - eleggere il Collegio  dei Garanti;  
    - eleggere il Collegio  dei  Revisori dei Conti. 
    Il Congresso  straordinario delibera  sullo scioglimento o sulla liquidazione dell'Associazione o su argomenti riguardanti la vita associativa che assumono un importante connotato di straordinarietà; esso  è convocato su un ordine del giorno prefissato:  
    a) su richiesta motivata di basi associative e/o singoli soci che complessivamente rappresentino almeno un decimo dei soci;  
    b) su decisione del Commissario, eventualmente subentrato agli organismi dirigenti per decisione del Consiglio Nazionale. In tali casi esso è indetto entro tre mesi dalla richiesta o dalla decisione, sulla base delle norme adottate dai soggetti convocanti, e delibera sugli argomenti che ne hanno richiesto la convocazione.   c) il Consiglio Direttivo  può sfiduciare a maggioranza assoluta dei suoi componenti il Presidente Provinciale. In questo caso il Consiglio Direttivo  convoca il Congresso Straordinario che dovrà svolgersi entro tre mesi dall’atto di sfiducia con all'ordine del giorno il rinnovo di tutti gli organismi dirigenti.  

    Art. 14  
    Al Congresso Provinciale sia ordinario che straordinario partecipano con diritto di voto i delegati eletti dalle basi associative; ogni partecipante ha diritto ad un voto e non sono ammesse deleghe, ad eccezione di casi gravemente motivati da sottoporre preventivamente alla Presidenza del Congresso. Il Congresso  sia ordinario che straordinario è regolarmente costituito con la presenza di almeno un quarto degli aventi diritto al voto. Il Congresso  delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti con diritto di voto su tutte le questioni poste all'ordine del giorno ad esclusione della deliberazione riguardante lo scioglimento del Comitato assunta ai sensi dell’art. 28 del presente statuto.  

    Art. 15  
    Il Congresso Provinciale, tanto ordinario che straordinario, è presieduto dal Presidente del Comitato; le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su un Libro Verbali a cura del segretario del congresso, che sottoscrive il verbale unitamente al Presidente; il verbale dovrà essere a disposizione dei soci.

    Art. 16 Il Consiglio Direttivo
    E’  il massimo organismo di direzione fra un congresso e l'altro ed è composto da un minimo di 21 membri.   Esso ha il compito di:  
    - applicare le decisioni congressuali;  
    - convocare il Congresso Provinciale;  
    - discutere ed approvare il programma annuale di attività;  
    - discutere ed approvare i bilanci preventivo e consuntivo e le loro eventuali variazioni;  
    - eleggere il Presidente, i due  Vice- presidenti e la Presidenza;  
    - eleggere i delegati al Congresso Regionale e/o Nazionale nel caso non sia previsto un congresso territoriale nei mesi precedenti a quello regionale e nazionale;  
    - decidere la costituzione o l’adesione ad organizzazioni ed imprese con finalità affini all'associazione e/o la partecipazione ad organismi promossi da enti pubblici e locali, anche nominando propri rappresentanti.  
    Il Consiglio Direttivo  è convocato dal Presidente e si riunisce minimo tre volte l’anno e sempre qualora lo richieda almeno un terzo dei membri in carica.  
    La convocazione è fatta a mezzo comunicazione scritta (lettera, e-mail, fax) e/o avviso affisso presso la sede sociale non meno di  8 giorni prima della seduta.
    Le sedute sono valide quando vi intervenga la maggioranza dei componenti.  
    Di ogni seduta viene redatto il relativo verbale.  
    Di norma le delibere sono  valide con il voto favorevole della  maggioranza dei presenti.   Sono invece valide solo con il voto favorevole della metà più uno dei componenti effettivamente in carica nei casi di:
    - approvazione del bilancio e sue variazioni;  
    - elezioni delle cariche sociali; 
    - approvazione delle norme di convocazione dei Congressi ordinari e straordinari;  
    - delibera di decadenza da componente degli organismi associativi.  
    In caso di mancanza per qualsiasi ipotesi di uno o più componenti, il Consiglio Direttivo provvede a sostituirli nominando i primi fra i non eletti, con deliberazione approvata anche dal Collegio dei Garanti, che rimangono in carica fino allo scadere dell'intero Consiglio Direttivo.  
    Se viene meno la maggioranza dei membri, quelli rimasti in carica debbono convocare il Congresso Provinciale perché provveda alla nomina di un nuovo Consiglio Direttivo.  

    Art. 17   Il Presidente  
    Rappresenta ed esprime l’unità dell’Associazione ed esercita il coordinamento politico ed organizzativo dell'Associazione sul territorio, ed inoltre:  
    - propone al Consiglio i componenti la Presidenza ;
    - sottopone all'approvazione del Consiglio la elezione dei due  Vice-presidenti; 
    - coordina i lavori del Consiglio e della Presidenza;
    - sottopone all'approvazione del Consiglio l'assetto organizzativo ed operativo della sede del Comitato;
    - tiene i contatti con gli Organismi Dirigenti sovraordinati.  
    Al Presidente spetta la firma sociale; detiene la rappresentanza legale dell'Associazione e la rappresenta anche in giudizio e verso i terzi.

    Art. 18  
    I due Vice-presidenti  sostituiscono a tutti gli effetti il Presidente in caso di sua assenza od impedimento. Nel caso di dimissioni del Presidente , uno dei due Vice-presidente, indicato dalla Presidenza, ne svolgerà le funzioni fino al momento dell'elezione di un nuovo Presidente.  

    Art. 19   La Presidenza  
    E’ nominata dal Consiglio Direttivo, è composta da un minimo di cinque membri appartenenti al Consiglio Direttivo stesso.

    La Presidenza  attua le linee programmatiche e le decisioni del Consiglio Direttivo; gestisce le attività e le risorse dell’Associazione. Ha, inoltre, il compito di:  
    a) discutere ed approvare progetti proposti dal Presidente, dai membri del Consiglio Direttivo o da terzi;  
    b) valutare le richieste di adesione da parte di nuovi soci individuali e collettivi (basi associative);  
    c) deliberare circa la riammissione, la sospensione, l’espulsione e la radiazione dei soci individuali e collettivi, da sottoporre a ratifica da parte del Consiglio Direttivo;  
    d) redigere i bilanci dell’Associazione da sottoporre per l’approvazione al Consiglio Direttivo. 
    Per il raggiungimento degli obiettivi di cui al presente Statuto, la Presidenza  ha inoltre il compito di deliberare in merito all'acquisizione di partecipazioni societarie, di costituzione delle medesime e di delegarne propri rappresentanti all'interno, salvo ratifica del Consiglio Direttivo. Nell'esercizio delle sue funzioni, la Presidenza  può avvalersi di responsabili di settore o dei presidenti di commissioni di lavoro permanenti eventualmente nominate dal Consiglio Direttivo, i quali potranno partecipare alle sue riunioni senza diritto di voto. E' convocata dal Presidente a mezzo comunicazione scritta (lettera, e-mail, fax) e/o avviso affisso presso la sede sociale non meno di 8 giorni prima della seduta.  

    GLI ORGANI DI GARANZIA E DI CONTROLLO  

    Art. 20  
    Sono organismi di garanzia e di controllo:  

    - il Collegio dei Garanti;  
    - il Collegio dei Revisori dei Conti.  

    Art. 21  Il Collegio dei Garanti    
    E’ organismo di garanzia statutaria, regolamentare e di giurisdizione interna,  e viene eletto al Congresso. Esso ha il compito di:  

    - interpretare le norme statutarie e regolamentari, e fornire pareri agli Organismi Dirigenti sulla loro corretta applicazione;
    - emettere pareri di legittimità su atti, documenti e deliberazioni degli Organismi Dirigenti;
    - dirimere le controversie insorte tra i soci; tra questi e gli Organismi Dirigenti e fra Organismi Dirigenti stessi.  L'iniziativa del Collegio dei Garanti è intrapresa a seguito di richiesta o ricorso di parte, ovvero per propria autonoma iniziativa.
    Il Collegio dei Garanti deve dare avviso a tutte le parti coinvolte entro 15 gg. dalla richiesta  e, comunque, contemporaneamente all'inizio dell'istruttoria. Le decisioni assunte sono immediatamente esecutive salvo il caso di ricorso in appello ai livelli sovraordinati.  
    Il Collegio  dei Garanti è formato da tre componenti ed elegge al suo interno un Presidente; i componenti sono eletti tra i soci che abbiano acquisito una effettiva e comprovata esperienza in campo associativo e/o  siano  dotati  di  adeguata  competenza, non facenti parte di Organismi Dirigenti di pari livello.  
    I componenti del Collegio dei Garanti possono partecipare alle riunioni del Consiglio senza diritto di voto. In materia di rispetto degli adempimenti istituzionali e delle regole democratiche, il Collegio dei Garanti si attiva  producendo una relazione annuale al Consiglio Provinciale.

    Art. 22  Il Collegio dei  Revisori dei Conti  
    E’ organismo di controllo amministrativo e viene eletto dal Congresso. Esso ha il compito di:  

    - controllare l'andamento amministrativo dell'Associazione;
    - controllare la regolare tenuta della contabilità e la corrispondenza dei bilanci alle scritture;
    - può esprimere pareri di legittimità sugli atti di natura amministrativa e patrimoniale dell'Associazione.
    Il Collegio dei Revisori dei Conti è formato da tre componenti, scelti fra i soci  e non soci, non facenti parte di  Organismi Dirigenti di pari livello e dotati o di adeguate nozioni in campo amministrativo e  contabile, economico e finanziario, o in possesso dei requisiti di legge.  
    Il  Collegio   elegge  al   proprio    interno  un Presidente.   Il Collegio dei Revisori dei Conti può partecipare alle riunioni del Consiglio senza diritto di voto.   Esso  presenta annualmente al Consiglio una relazione scritta sul bilancio consuntivo.  

    LA DEMOCRAZIA E LA PARTECIPAZIONE  

    Art. 23  
    I principi generali ai quali si ispira e si uniforma la vita associativa dell’Associazione sono: l'adozione di strumenti democratici di governo, la trasparenza delle decisioni, la verificabilità dei programmi, l’uguaglianza di diritti tra tutti i soci.  

    Oltre alla regolare tenuta dei libri sociali (Libri verbali Congresso, Consiglio Direttivo, Presidenza, Collegio dei Sindaci Revisori, Collegio dei Garanti), deve essere assicurata una sostanziale pubblicità e trasparenza degli atti relativi all'attività dell’Associazione, con particolare riferimento ai Bilanci o Rendiconti annuali.  
    Tali documenti sociali, conservati presso la sede sociale, devono essere messi a disposizione dei soci per la consultazione.

    Art. 24  
    L’elezione di organismi dirigenti avviene di norma a scrutinio segreto, salvo diversa decisione presa a maggioranza degli aventi diritto.  

    PATRIMONIO, RISORSE, AMMINISTRAZIONE

    Art. 25
    E’ fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto o differito, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.  

    L’Associazione ha l’obbligo di reinvestire l’eventuale avanzo di gestione a favore di attività istituzionali statutariamente previste. 

    Art. 26  
    L’associazione trae le risorse economiche per il suo funzionamento e per lo svolgimento delle sue attività da:  
    a) quote e contributi degli associati;  
    b) eredità, donazioni e legati;  
    c) contributi dello Stato, delle regioni, di enti locali, di istituzioni o di enti pubblici, anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari;  
    d) contributi dell’Unione europea e di organismi internazionali;  
    e) entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati;  
    f) proventi delle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;  
    g) erogazioni liberali degli associati e dei terzi;  
    h) entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, per esempio: spettacoli di intrattenimento, attività ludiche quali feste, gite, sottoscrizioni anche a premi;  
    i) altre entrate compatibili con le finalità sociali dell’associazionismo di promozione sociale.  

    Art. 27
    L’esercizio sociale si svolge dal 1° gennaio al 31 dicembre; il bilancio preventivo, di norma, deve essere discusso e votato prima dell'inizio dell’esercizio cui si riferisce; il bilancio consuntivo, di norma, deve essere discusso e approvato dal Consiglio Provinciale, entro centoventi giorni  dal termine dell'esercizio cui fa riferimento.  

    NORME FINALI E TRANSITORIE

    Art. 28 Lo scioglimento  

    Lo scioglimento di ASSOCIAZIONE ARCI  MODENA COMITATO PROVINCIALE può essere deciso solo da un Congresso Provinciale straordinario appositamente convocato con il voto favorevole dei delegati che rappresentino almeno i tre quarti degli associati.
    In caso di scioglimento, il patrimonio dell’ associazione, dedotte le passività, sarà devoluto ad Enti od Associazioni senza scopo di lucro aventi finalità analoghe e comunque a fini di utilità sociale  e o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3 comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, e salvo diversa destinazione imposta per legge. Verrà nominato un  Collegio di liquidatori  che stabilirà i modi e i tempi tecnici dello scioglimento.  

    Art. 29 
    Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto valgono le norme del Codice Civile e le disposizioni di legge vigenti in materia di associazioni, sia Nazionali che Regionali.  

  • News   ( 0 articoli )

Calendario

Filiera Corta

filieracorta

Qualità dei prodotti, prezzi contenuti e filo diretto tra consumatore e produttore. Leggi i listini e scopri come acquistare

LEGGI TUTTO

Servizio Civile

 

Per un'esperienza utile a te a gli altri, scegli il servizio civile con l’Arci.

Leggi Tutto

 

Sponsor

Le aziende che hanno scelto di collaborare con Arci per la buona riuscita dei nostri progetti

Leggi tutto

Il tuo 5xmille ad Arci Modena per i progetti dei circoli della tua provincia C.F. 94015660361

Arci Modena

P. Iva: 02236840365